Magia Mexicana

Home / Itinerari / Magia Mexicana
Prenota
Magia Mexicana 2018-01-02T12:29:26+00:00

Qualche cenno sull'argomento:

ITINERARIO

  • Giorno 1: CITTà DEL MESSICO (Distrito Federal) / PUEBLA (Puebla) – 2h30min circa

  • Giorno 2: PUEBLA (Puebla) – OAXACA (Oaxaca) – 5h  circa

  • Giorno 3: OAXACA (Oaxaca) 

  • Giorno 4: OAXACA (Oaxaca) / TUXTLA GUTIERREZ (Chiapas) – 9h circa

  • Giorno 5: TUXTLA GUTIERREZ (Chiapas) / SAN CRISTOBAL DE LAS CASAS (Chiapas) – 2h circa

  • Giorno 6: SAN CRISTOBAL DE LA CASAS (Chiapas) / PALENQUE (Chiapas) – 8h circa

  • Giorno 7: PALENQUE (Chiapas)

  • Giorno 8: PALENQUE (Chiapas) / CAMPECHE (Campeche) – 5h circa

  • Giorno 9: CAMPECHE (Campeche) – MERIDA (Yucatan) – 3h circa

  • Giorno 10: MERIDA (Yucatan) / CHICHEN ITZA / TULUM  – 4h circa

  • Giorno 11: TULUM (Quintana Roo)

Vivi Mexico con i consigli di Viva Mexico T.O.

  • Città del Messico
    Tanto bella quanto grande è la capitale del paese, con i suoi 22 milioni di abitanti; scoprite il centro storico della città con l’immensa “Plaza de la Constituciòn”, una delle piazze più grandi al Mondo meglio conosciuta come ‘El Zocalo‘, per poi continuare con il  ‘Palacio Nacional’  dove ammirare i murales dipinti da Diego Rivera, la Cattedrale Metropolitana e le rovine del ‘Templo Mayor‘. Passeggiate lungo il “Paseo de la Reforma” una delle strade più belle ed importanti della città, che vi porterà al  bosco di  Chapultepec con il suo castello, lo zoo e tutto il colore tipico del folklore messicano.
    Fate una pausa lasciandovi stregare dagli odori e dai sapori del cibo di strada prima di dirigervi verso il Museo Nazionale di Antropologia, il più importante a livello nazionale nonché uno dei più prestigiosi al Mondo. Non dimenticate assolutamente di visitare il caratteristico quartiere di Xochimilco dove sarà possibile fare un giro sulle tipiche barchette colorate ‘trajineras’ tra i canali di questo luogo così pittoresco e originale.
  • Teotihuacan
    Concedetevi un’scursione al sito archeologico di Teotihuacan, con le sue immense piramidi del Sole e della Luna; potrete scegliere tra una visita guidata oppure una visita in piena autonomia magari avvalendovi di biciclette a noleggio che vi semplificheranno non poco la vita, in quanto le distanze in questo sito sono veramente grandi. Per chi ha invece uno spirito particolarmente avventuriero, consigliamo la visita di Teotihuacan dall’alto in mongolfiera, un’esperienza davvero unica e indimenticabile.
  • Cholula
    Tipica cittadina messicana alle pendici dell’immenso vulcano Popocatepetl. Qui sarà possibile visitare il sito archeologico di Cholula, famoso per la sua gigantesca piramide, la più grande al Mondo, sulla sommità della quale si erge la chiesa cattolica di Nuestra Señora de los Remedios.
  • Puebla
    Città, capitale dell’omonimo Stato, vanta un centro storico invidiabile, con le oltre 365 chiese presenti, ricco di storia, cultura e gastronomia, quest’ ultima un vero punto di forza.
    Visitate il centro storico con la Cappella del Rosario dove potrete ammirare la massima espressione del barocco coloniale spagnolo, proseguendo poi col Teatro Principal, i quartieri degli artisti ed il tunnel sotterraneo della città.
    Non dimenticate assolutamente di visitare il mercato del Parian, dove potrete trovare prodotti tipici di artigianato locale ed il Barrio de los Sapos, un vero e proprio quartiere dedicato all’antiquariato.
  • Oaxaca
    Visitate l’ affascinante centro storico di questa città patrimonio mondiale dell UNESCO.
    Non perdetevi il mercato Benito Juarez dove potrete trovare tantissimi prodotti gastronomici tipici. Per i più coraggiosi segnaliamo che la specialità del posto sono i “chapulines”, piccoli grilli rossi alla brace, offerti in bustine di plastica, ai quali si aggiunge sale, limone e peperoncino.
    Tanti i punti di interesse attorno alla città: Arrazola, dove consigliamo una passeggiata tra i negozietti di “alebrijes”, vere e proprie opere d’arte realizzate in legno, rappresentanti diversi animali, decorate con colori vivacissimi e disegni innaturali; Coyotepec, cittadina famosa per la produzione di oggetti in Barro Negro (terracotta nera), manufatti davvero unici; Cuilapam, col suo convento; Monte Albàn, sito archelogico precolombiano  che prende il nome dai piccoli alberi che crescono nella zona che, durante la fioritura, presentano fiori bianchissimi.
    La parola Albàn significa “bianco”, che”brilla”. Qui ammirerete la Gran Plaza, Los danzantes e le oltre 170 tombe di personaggi importanti della gerarchia zapoteca.
    Essendo posto a 400m s.l.m. , con la vista della valle di Oaxaca, farete bene a non dimenticare la macchina fotografica (essere li durante il tramonto sarà ancor più emozionante).
  • Tuxtla Gutierrez
    Capitale del Chiapas, non è una città con una grande storia essendo di costruzione moderna; vi segnaliamo però qua il canyon del Sumidero, dove con un’escursione potrete discendere il braccio d’ acqua creatosi al suo interno, sbarrato a monte da una diga. Altitudine e natura contribuiscono a creare un paesaggio mozzafiato.
  • San Cristobal de las Casas
    Visita “obbligata” del caratteristico mercato locale e della chiesa di Santo Domingo, di tipico stile barocco.
    Concedetevi una pausa per assaporare le specialità della regione e dirigetevi poco fuori città per la visita delle comunità indigene di San Juan Chamula e Zinacantan. Da non perdere la visita al museo tessile, un’esperienza davvero particolare.
  • Palenque
    Le rovine di Palenque, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1987.
    Qui potrete ammirare maestosi templi e palazzi in ottimo stato di conservazione risalenti al periodo Classico. Il più importante ed il più grande è sicuramente il Tempio delle Iscrizioni,
  • Campeche
    Campeche è una città accogliente e rilassata, con il suo centro storico contornato dalla famosa muraglia dichiarata Patrimonio Culturale dell’ Umanità. Passeggiate in Plaza de la Indipendencia ed ammirate l’ imponente cattedrale che di notte si illumina rendendo l’atmosfera ancora più affascinante.
  • Edzna
    L’immensa zona archeologica di Ezdna, conosciuta per le numerose e varie costruzioni che ospita ma soprattutto per l’ingegnoso sistema Maya di drenaggio dei campi coltivati. Fra le costruzioni da non perdere segnaliamo l’ Edificio dei Cinque Piani, posto nella Grande Acropoli, dove negli equinozi si svolge la simbolica cerimonia della “rinnovazione”.
  • Uxmal
    Le rovine di Uxmal, tanto importanti per i Maya quanto quelle di Chichen Itza, sono caratterizzate da vari “monumenti architettonici” tra cui spicca la Piramide dell’Indovino, costruita su cinque diversi livelli; sarete inoltre circondati da una natura rigogliosa che renderà unica la vostra esperienza.
  • Merida
    Arriverete a Merida e sarete gia stregati dalla sua atmosfera coloniale. Iniziate a scoprire questa città percorrendo le piccole stradine del centro storico e la sua gastronomia ‘yucateca’ tanto tipica quanto buona.
  • Celestun
    Celestún, in maya yucateco significa “pietra dipinta”, è un tranquillo villaggio di pescatori che si trova a ovest di Mérida,  percorso da magnifiche spiagge e palapas, piccoli ristorantini dal tipico tetto di foglie di palma.
    Regalatevi un’escursione in barca percorrendo la Ría Celestún, ammirerete una grande varietà di fauna selvatica, tra cui i fenicotteri rosa che hanno reso così famosa questa regione, ma anche nuotare presso fonti d’acqua dolce cristallina e visitare una foresta pietrificata.
  • Chichen Itza
    Oggi è una delle Nuove Sette Meraviglie del Mondo; fondata nel 525 d.c., nota a tutti e ormai diventata quasi l’emblema del Paese: il Tempio di Kuculcan.
    Durante gli equinozi un gioco di luci ed ombre fa si che il “serpente piumato” scenda i nove piani della piramide: ineguagliabile la capacità Maya di abbinare l’astronomia a l’architettura
  • Cobà
    Questa città maya non è stata ancora completamente scoperta, ed i tanti segreti delle piramidi e delle trascrizioni sono ancora in parte un mistero.
    Le rovine sono di una bellezza sorprendente cosi come gli antichi sentieri che le pongono in collegamento tra loro.
  • Tulum
    Nell’antichità era un vecchio e fortificato porto commerciale. Il sito archeologico è posto esattamento in riva al mare, dove la sabbia bianca, unita alle varietà di flora e fauna presenti, circondano l’edifico principale, un tempo usato come faro, chiamato Castello.
    Segnaliamo anche il Tempio del Dio Discendente.
  • Laguna di Bacalar
    Situata presso il pueblo di orgine Maya di Bacalar, questa laguna è qualcosa di magico; gia nell’antichità denominata “Laguna dei 7 colori” o “Mare dei 7 colori”: nelle giornate con clima ideale si riescono a percepire le 7 differenti tonalità del colore dell’ acqua…una meraviglia!